Cortona. Scatti di libertà | Repubblica Viaggi

Cortona On The Move

da: Cortona. Scatti di libertà | Repubblica Viaggi

“I viaggi sono i viaggiatori. Ciò che vediamo non è ciò che vediamo, ma ciò che siamo” scriveva Fernando Pessoa ne “Il libro dell’inquietudine”. Intendendo dire che l’andare, con i passi, con la mente, con lo sguardo è una delle esperienze più personali che l’uomo possa fare. Si può osservare lo stesso posto o la stessa circostanza con migliaia di occhi ed è certo che la si vedrà sempre diversa. E questa magia è straordinariamente concretizzata nella fotografia, l’arte che, nonostante viva dell’annoso dilemma di chi la considera una ripresa oggettiva della realtà e di quanti invece pensano che sia solo punto di vista parziale e soggettivo, permette all’osservatore di immortalare la meta del suo viaggio (metaforico o concreto che sia), mostrando allo stesso tempo anche il cammino percorso. 

E’ anche questo il senso di Cortona On The Move, il Festival Internazionale dedicato alla fotografia in viaggio, che si terrà a Cortona dal 18 Luglio al 30 settembre. Sotto l’Alto patrocinio della Presidenza della Repubblica e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e con la partnership di Repubblica.it, la città toscana ospiterà alcuni dei più importanti fotografi del mondo, tra cui molti emergenti, che offriranno la propria personale interpretazione dell’idea di viaggio: come sinonimo di esplorazione, conoscenza e pellegrinaggio attraverso strade e luoghi di partenza e arrivo o come viaggio interiore. Dal viaggio per sfuggire alle responsabilità a quello del turismo di massa. Dal viaggio come transizione socio- economica e nuove forme di cittadinanza, al fenomeno sociale di migranti e popoli in fuga da guerre, fame e mutamenti climatici.

Reportage di approfondimento come, ad esempio, il progetto, in mostra quest’anno, di Vincent Fournier “Space Project” che rende omaggio ai più grandi centri di studio ed esplorazione spaziale, metafora e critica al nostro sogno di utopia basato sulla fantascienza, al viaggio dell’uomo nello spazio, al desiderio costante di esplorazione dell’ignoto; o come “Aure” firmato Monika Bulaj, celebrazione di santi e profeti, reportage di lunghi pellegrinaggi in vari posti del mondo alla ricerca della “quotidianità del sacro”.



E ancora il viaggio romanticamente inteso come senso di libertà, ritratto nei lavori di Kitra Cahana in “Nomadia”, dove la giovane fotografa canadese documenta il “cammino” di una comunità di giovani nomadi, per scelta o per necessità, che si sposta per tutta l’America facendo autostop o salendo su treni alla ricerca di ribellione e libertà; e ancora i “Viaggi per immagini” di Nino Franchina, che avvicina due percorsi, uno dei quali svelato nella pellicola di amici fotografi con cui lavora, gioca e discute, legati da un linguaggio espressivo intenso.

“L’anima di questo festival è tutta nel nome: è una fotografia in viaggio e non di viaggio” sottolinea Arianna Rinaldo, Direttrice Artistica del Cortona On the Move 2012. “I nostri giovani fotografi, provenienti da tutte le parti del mondo e naturalmente anche italiani, nei loro lavori non mostrano fotoreportage tradizionalmente intesi, ma interpretano metaforicamente il senso del viaggio che può essere spirituale, ideale, ontologico, utopico o immerso nelle realtà più crudeli e difficili” spiega ancora la Rinaldo. “Itinerari virtuali che percorreranno le strade e i vicoli del centro della splendida cittadina toscana: 15 le mostre principali, alle quali si affiancheranno tutta un’altra serie di eventi, workshop, letture di portfolii da parte di fotografi professionisti, premiazioni di lavori fotografici e molto altro”. Per rendere questa rassegna, giunta alla sua seconda edizione, sempre più grande. E per esplorare gli infiniti modi che la mente umana ha di aprirsi e muoversi, immortalando negli scatti una visione personale della realtà, senza incorrere nel rischio (almeno per una volta) di peccare di soggettività.

Annunci
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Fotografia e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...